domenica 15 dicembre 2013

Solidarietà in onore di Nelson Mandela

Un pubblico folto, partecipe e generoso ha decretato il successo della IV Rassegna “Cori di Solidarietà”, la serata di beneficenza organizzata dalla sezione Umbria di Reach Italia con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura e alle Politiche Sociali del Comune di Perugia e della Fondazione O.N.A.O.S.I. 

La manifestazione musicale, ospite la scorsa domenica al teatro del Collegio Unico O.N.A.O.S.I. , ha raccolto fondi per il progetto “Mangio anch’io” a favore delle mense scolastiche in Burkina Faso, uno dei vari stati in cui è attiva Reach Italia, Organizzazione Non Governativa riconosciuta dal Ministero degli Affari Esteri italiano che opera dal 1988 nel campo della sostegno a distanza e della cooperazione per i paesi in via di sviluppo. 

Seguita in diretta web dall’emittente Radiophonica e presentata con garbo e professionalità da Egle Priolo, giornalista de “Il Messaggero”, la serata è stata dedicata a Nelson Mandela, figura simbolo del Continente Nero per il suo impegno contro l’apartheid. Dopo i saluti dell'Amministrazione Comunale da parte dell'Assessore al Turismo Giuseppe Lomurno, si è esibito il Coro dell’IIS “G. Bruno” di Perugia diretto con mano esperta dal Maestro Mauro Chiocci, una formazione di giovani coristi che si è fatta apprezzare con brani natalizi e briosi spiritual. Di seguito sono saliti sul palco I Nuovi Cantori Moderni di Alessandroni, quintetto vocale diretto da Cinzia Alessandroni formato da Claudia Aliotta, Maria Fiorelli, Michele Fumanti e Giacomo Sembolini, che ha regalato al pubblico in sala momenti di ilarità con un entusiasmante debutto all’insegna di una vocalità di prima classe dal forte impatto scenico. 

Complice del gruppo, il maestro Antonio Pantaneschi al pianoforte ha punteggiato con verve i divertenti sketch musicali, la cui sapiente regia è stata firmata dal regista brasiliano Magno Bucci, che ha messo in evidenza i brillanti ed originali arrangiamenti della Alessandroni di brani come I got Rhythm, It don’t mean a thing e Parole, Parole, Parole. 

Coinvolgente e accattivante come sempre il Coro dell’Università degli Studi di Perugia diretto con perizia e bravura dal Maestro Marta Alunni Pini e accompagnato al pianoforte da Francesco Andreucci. Spaziando fra colonne sonore, tradizionali africani e spiritual, la prestigiosa formazione, che ha raggiunto il traguardo di 25 anni di attività, ha sfoggiato un inedito ensemble maschile, I bassi di Martha che si è distinto per il buon livello esecutivo. Gran finale con un tocco tradizionale di altri tempi con il Maestro Goffredo Degli Esposti, nome di spicco nel panorama della musica medievale internazionale, che ha regalato momenti di suggestiva atmosfera eseguendo alla zampogna musiche tradizionali siciliane e umbre.

Vincenzo Sebastiano

Nessun commento:

Posta un commento